Ora non ci sono più scusanti

03.09.2019 18:47 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
Ora non ci sono più scusanti

Livorno - In poco più di un paio d’ore, le ultime della sessione del mercato estivo, l’entourage del presidente Spinelli ha messo a segno quattro colpi che, sulla carta, hanno trasformato la squadra. Con la media di uno ogni trenta minuti, sono arrivati due prestiti eccellenti e due acquisti a titolo definitivo che, con tutta probabilità, rendono questo Livorno la squadra più forte che si è mai visto giocare in Serie B. E se non è la più forte da quando siamo retrocessi dalla massima serie, è di sicuro la più competitiva e quella che offre più alternative tecniche e tattiche.

Sì perché i rinforzi arrivano per ogni reparto e con delle caratteristiche per le quali mister Breda può scegliere il modulo che vuole; perfino un coraggioso 3-4-3 quando la domenica è quella giusta. Dalla Spal, Viviani, un centrocampista dall’esperienza da vendere e con il pallino del gol, specialmente sui calci da fermo. Sempre tra i prestiti, l’attaccante Enrico Brignola dal Sassuolo, bomber di razza con maglia nero-verde, con quella del Benevento e con quelle azzurre delle under nazionali.

A titolo definitivo, il trequartista o esterno destro offensivo Manuel Marras dal Pescara e la punta olandese Braken dal NEC Nimega, della cadetteria olandese. Valida alternativa, o spalla, al nostro Raičević.

A Breda, l’imbarazzo della scelta. A noi, la gioia di aver visto realizzare i nostri sogni di avere una squadra all’altezza della nostra passione. Ora, però, non abbiamo più scusanti per non invertire la tendenza di questo campionato iniziato male. E non ne abbiamo neanche per non andare allo stadio a urlare “Alé Livorno”.