Mercato, adesso si può entrare nel vivo

06.07.2018 13:33 di Davide Lanzillo Twitter:   articolo letto 1318 volte
Mercato, adesso si può entrare nel vivo

Livorno - Qualcosa inizia finalmente a muoversi. Dopo settimane di impasse, causate dalla querelle societaria relativa al possibile acquisto del pacchetto di maggioranza da parte dell’ingegner Marco Arturo Romano, oggi definitivamente uscito di scena, ecco che stanno cominciando a delinearsi i tasselli del Livorno che verrà. La squadra amaranto ha infatti ufficialmente il suo nuovo condottiero: Cristiano Lucarelli, che torna nella sua Livorno nelle vesti di allenatore, dopo averne scritto la storia a suon di reti da calciatore. E con la questione allenatore finalmente risolta, anche il mercato, fin qui latitante, può subire una decisa accelerata.

Ad oggi sono solamente due i nuovi arrivi in casa amaranto: Tino Parisi, terzino classe 1995, nell’ultima stagione in forza al Siracusa, e Ivano Feola, portiere classe 1991, svincolato dopo l’esperienza con la Colligiana in Serie D. Chiaramente al Livorno serve però altro, non soltanto qualitativamente, ma anche quantitativamente, in quanto, ad oggi, la rosa risulta essere numericamente scarna. Diverse sono però le trattative imbastite in queste settimane da parte della società di Aldo Spinelli e la sensazione è che a breve, forse già nelle prossime ore, possano essere messi a segno i primi veri e propri colpi del mercato amaranto. Piste calde sono soprattutto quelle che portano a Dennis Iachipino, classe 1990, terzino sinistro svincolato dopo l’esperienza a Siena, e Andrea La Mantia, centravanti classe 1991 reduce da un’ottima stagione con la maglia della Virtus Entella, con cui ha messo a segno 12 reti in 39 presenze. Senza dimenticare le suggestioni Diamanti e Paulinho, attualmente svincolati, per i quali più volte il presidente Aldo Spinelli ha dichiarato pubblicamente di avere un debole.

Insomma, è stato perso fin qui del tempo prezioso, ma adesso l’estate del Livorno può finalmente entrare nel vivo.