Livorno riparti dalla prestazione

29.12.2019 23:32 di Chiara Lucchesi Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Livorno riparti dalla prestazione

Livorno- Il Livorno termina il 2019 con un pareggio a Empoli che magari non serve molto a livello di classifica ( che pure si è mossa dopo quasi un mese) ma che deve dare morale per il gioco che lo ha prodotto. Gli amaranto oggi al Castellani hanno dimostrato di saper lottare su ogni pallone, di avere grinta e di poter stare al passo di squadre che tutti sanno per migliori. Certo, ci sono ancora cose su cui lavorare, il vantaggio ottenuto è stato un’altra volta annullato dopo pochi minuti, ma la prestazione è quello che conta oggi e da cui ripartire assolutamente. Adesso ci sono venti giorni di sosta per lavorare e il punto di partenza deve essere questo, il

Non aver mollato fino al 95mo, gli occhi della tigre di capitan Luci al momento del

Cambio e l’atteggiamento di tutta la squadra. In settimana sono stati tanti i discorsi fuori campo, l’allontanamento del ds Signorelli e l’arrivo di Cozzella. Le voci su una possibile cessione di parte sella Società ad una cordata di imprenditori che avrebbero già le idee chiare sul mercato e polemiche tra tifosi e giocatori. La situazione è tutto fuorché rosea, è vero, ma è il caso di lasciare fuori dal rettangolo verde tutte le chiacchiere e di guardare alla prestazione di oggi come al Punto zero e a qualcosa di positivo in un periodo nero. C’è la sosta, ci sarà il mercato, ma la rincorsa alle squadre più in alto riparte dal campo e da un’unione di intenti. Senza falsi entusiasmi e sentenze già scritte, ma tutti uniti per un solo Obiettivo.