Bentornati sulla terra

 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 600 volte
Bentornati sulla terra

Livorno – Il Livorno non va oltre il pari interno nell'ennesimo derby stagionale contro l'Arezzo, perde la vetta della classifica e una ghiotta occasione per allungare sulle dirette concorrenti. Se qualcuno dopo Pontedera si era illuso di assistere al preludio di un lungo monologo amaranto il gol di D'Ursi lo ha bruscamente riportato sulla terra.

Il Livorno era partito abbastanza bene trovando quasi subito il gol del vantaggio con Maiorino poi, come spesso accaduto nelle ultime partite, non ha saputo piazzare la zampata vincente lasciando il risultato in bilico. E stavolta non è andata bene. L'Arezzo è squadra di qualità e alla prima disattenzione ha trafitto Mazzoni. Una volta raggiunto il Livorno ci ha messo tutto il cuore e il carattere che abbiamo avuto modo di apprezzare in questo primo scorcio di stagione ma purtroppo non è bastato. Generoso ma anche confusionario e frenetico: l'Arezzo non ha penato molto per mettere la museruola a Vantaggiato (partito dalla panchina) e soci.

Guai a creare allarmismi, ci mancherebbe. Il Livorno ha una partita in meno, occupa una posizione di classifica consona, e lo score di cinque vittorie e due pari è ottimo. Ma c'è ancora molto su cui lavorare; imparare a chiudere le gare, per esempio, ma anche essere più pratici nel gestire il risultato. E magari non lasciare sempre almeno un paio di occasioni agli avversari. Ecco, ricominciamo da qui. La strada è ancora lunghissima, ma questo lo sapevamo tutti.