Attenti a quei due

28.05.2018 22:30 di Luca Aprea Twitter:   articolo letto 2224 volte
© foto di Federico De Luca
Attenti a quei due

Livorno – Conclusa l'avventura in Supercoppa e archiviata definitivamente la stagione che ha riportato il Livorno nei cadetti per la società amaranto è giunto il momento di programmare il prossimo campionato di Serie B. Risolta la questione legata alla panchina con la conferma di mister Sottil adesso la priorità è quella di rinforzare una rosa che, come ha dimostrato il tormentato girone di ritorno, necessita di qualcosa di più di un ritocco. I due nomi “pesanti” sono due cavalli di ritorno come Alino Diamanti e Paulinho. Giocatori su cui si è esposto pubblicamente in prima persona Aldo Spinelli segno che c'è la forte volontà di riportare i due giocatori all'Ardenza. Per il primo tutto è congelato visto che al momento è impegnato con il suo Perugia nei playoff mentre sul secondo, considerati i problemi fisici avuti durante questa stagione, c'è da capire la reale integrità fisica.

Senza ovviamente dimenticare lo zoccolo duro (e livornese) che ha riportato gli amaranto in B: Mazzoni, Luci, Gonnelli , Gasbarro su tutti. Salvo clamorose offerte dovrebbero rimanere anche Doumbia, Maiorino e Valiani, pilastri in grado di dare un contributo importante anche nella categoria superiore. Questa la base da cui ripartire. Da sciogliere anche il nodo legato a Vantaggiato. Discorso simile per Murilo.

Il presidente Spinelli ha parlato anche di giovani di prospettiva provenienti da 'big' come Inter e Juve da valorizzare ma qui il discorso si fa delicato: i prestiti ultimamente hanno portato in amaranto giocatori acerbi spesso con la testa altrove. Senza contare che il potenziale avvento delle cosiddette “seconde squadre” in C dirotterebbe su queste eventuali ragazzi da far crescere.

Il mercato è appena iniziato, sarà un'estate lunga. Il Livorno sa che deve farsi trovare pronto. La Serie B è un patrimonio troppo importante, guai a metterla nuovamente in discussione.