Serie D. Donoratico ritrova il sorriso

06.03.2018 21:59 di Lorenzo Corradi  articolo letto 48 volte
Serie D. Donoratico ritrova il sorriso

Castelfranco di Sotto - Blitz importante per la Dispensa di Campagna Donoratico in quel di Castelfranco. Dopo tre stop consecutivi ed un pizzico di sfortuna i gialloblu tornano finalmente alla vittoria, consolidando il quinto posto in classifica ed espugnando uno dei parquet più ostici del campionato. In terra pisano l’inizio era firmato Dispensa, con 5 punti di Nicola Lombardi ed un ottimo impatto da parte di capitan Bottoni. I Frogs però reagivano con un grande Lapi e si tenevano a stretto contatto grazie anche ad un’arcigna difesa e alla spinta di un palazzetto caldissimo. Nel secondo quarto la partita proseguiva sulla stessa falsa riga, tra errori al tiro e gioco fisico. A cambiare le carte ci pensava però la giovanissima panchina di coach Crudeli: Bruci e Creatini portava infatti un solido contributo alla causa, ben coadiuvati dalle giocate sotto le plance del rientrante Anthon Unechenskyi (fondamentale il suo recupero dopo due mesi di stop) e dall’affidabilità di Partigiani. Il risultato era così un +7 ospite all’intervallo lungo (30-37), specchio di tre minuti giocati a tutto gas dai gialloblu. Al rientro Castelfranco aumentava la pressione e si riportava in partita, mettendo la freccia del sorpasso grazie alla fisicità di Maddaluni ed al talento del solito Lapi. Ne fuoriusciva una partita nella partita che si procrastinava fino agli ultimi tre minuti, quando la Dispensa si affidava all’estro di Alessandro Manetti (18 punti alla fine) per mettere il naso avanti nel momento decisivo: erano 7 punti del play-guardia gialloblu a chiudere di fatto i conti, consegnando a Sonetti e compagni una vittoria davvero preziosa anche dal punto di vista morale. Nelle pieghe di una classifica cortissima Donoratico torna dunque a vedere la possibilità di stabilizzare la propria posizione, pur in procinto di affrontare altre due big come Valdera e Monsummano. Il ritorno del roster al completo e la fiducia ritrovata possono comunque essere le migliori armi a disposizione della ciurma di Crudeli, specialmente in un campionato così incerto ed equilibrato.