C Gold. La Libertas perde ma non delude contro il Pino Firenze, 59 a 83

04.02.2019 09:46 di Marco Ceccarini   Vedi letture
C Gold. La Libertas perde ma non delude contro il Pino Firenze, 59 a 83

Livorno – Non era quella contro il Pino Dragons Enic Firenze, per la Libertas Liburnia Livorno, la gara da vincere. Sabato sera al Pala Cosmelli, perciò, non poteva finire diversamente. I biancorossi fiorentini si sono imposti, 59 a 83, al termine di una partita dominata specie nel primo e terzo quarto, ma che ha visto il ritorno dei libertassini i quali, guidati da un ottimo Salazar, hanno fatto propria l'ultima frazione di gioco, pur chiaramente non potendo ribaltare il risultato, dato lo scarto accumulato.

Quel che è da sottolineare è che il Pino Dragons, indiscusso capolista del girone, ha collezionato a Livorno la sedicesima vittoria su sedici gare giocate, a conferma del suo dominio assoluto sul campionato. Quella di coach Del Re, in tutta onestà, può dirsi una formazione da categoria superiore. Essere stata in grado di contenere la sconfitta contro una squadra super entro limiti non disastrosi, benché pesanti, può dirsi una forma di vittoria morale per la formazione livornese.

La Libertas, in difficoltà nel primo tempino dopo essere tuttavia stata in vantaggio nei minuti iniziali, ha alzato bandiera bianca, dopo una buona seconda frazione, nel terzo quarto, quando ha subito un passivo di 16 punti. Ma come già accade da qualche settimana, invece di disunirsi, la squadra allenata da Martini ha avuto la giusta reazione nell'ultimo tempino, riuscendo a limitare il passivo finale.

Da segnalare, accanto all'ottima prova di Salazar, che ha dato alla squadra maggiore fisionomia e consapevolezza, la solita instancabile gara di Armillei, uno dei punti di riferimento del quintetto gialloblu. Molto bene sono andati anche Granchi e Sacchelli. Il pivot Djulovic, sceso in campo nonostante una leggera forma influenzale, è apparso un po' sottotono, ma la giustificazione ce l'ha tutta.

Senza l'infortunato Lombardi, che dovrebbe tornare in campo nel prossimo turno, anche sabato sera, al di là dell'indiscutibile sconfitta, la Libertas ha in ogni caso dimostrato che può giocarsi la salvezza fino in fondo. La squadra di Martini, oggi, è migliore di quella che ha iniziato il campionato. Su questo non ci sono dubbi. La crescita dei giovani è evidente. Quanto fatto vedere da Sacchelli contro il Pino Dragons, ad esempio, fa ben sperare. Ma l'inserimento di un altro senior nel roster, ad avviso di chi scrive, forse aiuterebbe molto la squadra a raggiungere l'obiettivo minimo del mantenimento della categoria, a cui bisogna credere con fermezza e determinazione.

Libertas Livorno Liburnia - Pino Dragons Firenze Enic 59 a 83

Parziali: 10-23 (10-23), 14-18 (24-41), 10-26 (34-67), 25-16 (59-83)

Libertas Livorno Liburnia: Bernardini 2, Fiore 2, Salazar 19, Viacava, Armillei 8, Minuti, Ferretti 2, Granchi 8, Bianchi, Dulovic 2, Sacchelli 14, Tasca 2. All. Martini.

Pino Dragons Firenze Enic: Filippi 15, Passoni 8, Goretti 15, Poltroneri 16, Marotta 2, Merlo 18, Zappia 1, Verrigni 6, Neri 2, Forzieri, Corradossi, Biagini ne. All. Del Re.

Arbitri: Corso e Verdi.