Serie C, gara per gara la ventunesima giornata

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 93 volte
Serie C, gara per gara la ventunesima giornata

Livorno – Ultimo turno di campionato del 2017 per le squadre del girone A, o meglio dell’intera serie C. Domani infatti, per la seconda giornata di ritorno, scenderanno le diciotto squadre che si affronteranno nelle due fasce orarie delle 14.30 e delle 18.30. A riposare toccherà all’Alessandria, che dunque tornerà in campo nel prossimo turno, fissato per il 21 gennaio.

Arezzo (24) – Giana Erminio (29). Dopo la sconfitta di Olbia con l’Arzachena, l’Arezzo torna al Comunale per affrontare la Giana Erminio. I lombardi, sono una delle squadre più in forma del momento e a testimonianza di ciò, c’è anche il quinto posto raggiunto sabato scorso, con la vittoria sulla Pro Piacenza. Gli amaranto invece sono a ridosso tra la zona playoff e quella playout: con una vittoria aggancerebbero posizioni decisamente più nobili, mentre con un eventuale sconfitta si avvicinerebbero pericolosamente alle acque calde della graduatoria.

Cuneo (17) – Piacenza (23). Sfida da sei punti in Piemonte, dove il Cuneo ospita il Piacenza. Biancorossi che arrivano alla sfida di domani con qualche problema: reduci dalla sconfitta con il Monza (a cui ha fatto seguito la contestazione dei tifosi), gli emiliani non vincono dal 24 novembre, motivo per il quale hanno iniziato una parabola discendente che gli sta portando nei bassi fondi della classifica. D’altro canto invece, il Cuneo viene da due ottimi risultati come la vittoria con il Siena, ed il pareggio a Carrara.

Monza (27) – Pistoiese (26). Monza-Pistoiese è il classico spareggio per i playoff. Le due squadre infatti, divise da appena un punto, stanziano in classifica rispettivamente al settimo ed all’ottavo posto. Identico è anche il rendimento nelle ultime tre partite, caratterizzato da due vittorie ed una sconfitta: se gli arancioni hanno battuto Gavorrano e Carrarese perdendo però ad Alessandria, i lombardi hanno avuto la meglio del Piacenza e del Cuneo, ma hanno fallito in quel di Olbia.

Olbia (27) – Gavorrano (13). Trasferta impossibile per il Gavorrano? Sarà il campo a stabilirlo, ma almeno sulla carta, i maremmani sono chiamati all’impresa in Sardegna. Penultima in classifica con appena due punti in più del fanalino Prato, la formazione grossetana, reduce peraltro da quattro sconfitte negli ultimi cinque incontri giocati fa visita all’Olbia, sesta forza del girone, dopo la debacle di Pisa che ha fatto scendere di diverse posizioni i bianchi.

Pro Piacenza (21) – Carrarese (25). Dopo lo splendido inizio di campionato, la Carrarese ha lentamente rallentato la propria corsa ed ora, nonostante sia in piena zona playoff, non può ritenere di avere un margine di sicurezza sulle acque pericolose della graduatoria. Gli apuani difatti, non vincono dal 24 novembre: domani a Piacenza potrebbe essere un’ottima occasione, anche se non sarà facile sbarazzarsi dei piacentini che, eccetto l’ultima sconfitta con la Giana, stanno attraversando un ottimo momento.

Siena (36) – Pisa (35). Il big-match di giornata va in scena all’Artemio Franchi, dove la Robur ospita il Pisa. Le due squadre, divise da appena un punto in classifica, sono insieme alla Viterbese, le inseguitrici della capolista Livorno. Ecco perché, con gli amaranto impegnati in una sfida sulla carta agevole contro il Prato, domani sia bianconeri che neroazzurri scenderanno in campo con l’obiettivo di vincere: nemmeno agli uomini di Pazienza impegnati in trasferta, potrebbe andar bene il pareggio.

Viterbese (34) – Arzachena (24). Impegno tra le mura amiche per la Viterbese, che riceve l’Arzachena. Laziali che probabilmente, sono la squadra più in forma del momento, visto l’invidiabile bottino di 21 punti realizzati, su 25 disponibili nelle ultime cinque partite giocate; di fronte c’è l’Arzachena, formazione che veleggia tra la zona playoff e quella playout, e per questo, desiderosa di punti.

Livorno (46) – Prato (11). Testa-coda all’Armando Picchi, dove il Livorno affronta il fanalino di coda Prato. Sulla carta, la capolista è attesa da un impegno decisamente agevole, ma attenzione: come il Gavorrano lo scorso sabato, anche i gigliati hanno necessità di fare punti e quindi scenderanno a Livorno concentrati e con la voglia di strappar via almeno un punto. Da ricordare inoltre, per non cadere in inutili sottovalutazioni, come il Prato nella partita d’andata, costrinse la squadra di Sottil al pareggio.

Pontedera (21) – Lucchese (24). Derby toscano anche a Pontedera, dove la Lucchese è ospite dei granata locali. Entrambe, sono chiamate alla vittoria: i pisani, hanno raccolto solamente cinque punti nelle ultime cinque gare giocate e per questo, sono ancora pienamente coinvolti nella lotta per non retrocedere. La Lucchese invece, può dirsi in crisi viste le ultime due sconfitte consecutive, che hanno fatto seguito ad un pari ed un’altra debacle. Insomma, i rossoneri, che mirano al raggiungimento dei playoff, non vincono dal 18 novembre, quando batterono ad Olbia l’Arzachena.