Serie C, gara per gara la trentottesima giornata

04.05.2018 15:30 di Federico Bimbi Twitter:   articolo letto 61 volte
Serie C, gara per gara la trentottesima giornata

Ultima giornata di stagione regolare per il girone A di Serie C. Il campionato è già finito per il Pisa che riposerà in questo ultimo turno, mentre ancora molto in palio per le altre squadre, pronte per la post-season, play-off o play-out che siano. Ecco nel dettaglio ciò che ci attende in questi ultimi novanta minuti.

Alessandria (53) – Cuneo (32). Derby piemontese ion chiusura di campionato. L’Alessandria, squadra vincitrice della Coppa Italia di C, testerà i suoi in vista della seconda fase dei play-off, con poco o niente in ballo nella gara contro il Cuneo. Per questi, invece, ancora moltissimo da giocare. Al Moccagatta, il Cuneo si gioca la salvezza, difficile ma non impossibile. Per un biglietto diretto per la C 2018/19, i biancorossi dovrebbero vincere e sperare che Arezzo e Prato perdano, altrimenti saranno play-out.

Arzachena (38) – Giana Erminio (45). Una vittoria per i play-off. La Giana Erminio, rigenerata dal successo col Gavorrano, cercherà in terra sarda tre punti fondamentali per poter proseguire la propria stagione. Lo farà davanti ad un’Arzachena ormai salva e priva di grandi obbiettivi. I lombardi raggiungeranno la Sardegna, quindi, con motivazioni al massimo per coltivarsi il sogno play-off.

Carrarese (55) – Arezzo (34). Derby con sentimenti opposti allo Stadio dei Marmi. La Carrarese, infatti, proverà a confermarsi al quarto posto in vista dei play-off, posizione davvero vantaggiosa, ma davanti avrà un Arezzo doppiamente motivato che, con tre punti, potrebbe festeggiare una salvezza diretta che sarebbe clamorosa viste le mille vicissitudini societarie avute, oltre ai 15 punti di penalizzazioni.

Gavorrano (31) – Pistoiese (46). Due sconfitte consecutive che potrebbero pesare e non poco per il Gavorrano. I maremmani, dopo l’esaltante girone di ritorno, perdendo con Alessandria e Giana Erminio, sono tornati penultimi e, adesso, sarà molto difficile per loro evitare i play-out. Ed una delle sfide che si prospetta essere più interessanti vede opposto questo Gavorrano alla Pistoiese. Gli arancioni vogliono i play-off, certi solo vincendo allo Zecchini. Peserà e non poco ogni pallone in questo match.

Lucchese (44) – Pro Piacenza (38). Vincere e poi sperare in buone notizie dagli altri campi. Lopez e la sua Lucchese dovranno necessariamente battere il Pro Piacenza se vogliono ancora sperare in un posto nei prossimi play-off ma, oltre ai tre punti, dovrà mettere la radiolina alle orecchie ed ascoltare le gare di Pistoiese, Pontedera e Giana. Gli emiliani non hanno niente da chiedere a questo incontro.

Monza (55) – Olbia (43). Poche, pochissime speranze per l’Olbia di accedere ai play-off. A Monza, i sardi difficilmente potranno, al novantesimo, non chiudere il loro campionato, viste le pochissime combinazioni necessarie per raggiungere la post-season. Un biglietto per i play-off il Monza lo ha già, dopo un campionato di grande livello essendo anche una neopromossa. La ciliegina sulla coda sarebbe chiudere in una posizione favorevole, con il quarto posto ancora realizzabile.         

Piacenza (51) – Livorno (67). Clima da festa al Garilli di Piacenza. Entrambe le compagini avranno nella partita della prossima settimana la sfida da vincere, con i biancorossi impegnati matematicamente nei play-off, mentre gli amaranto saranno ospiti del Padova nella prima partita della Supercoppa di C. Festeggiata già la B sabato scorso, proprio grazie alla vittoria del Piacenza a Siena, il Livorno intende chiudere il campionato nel migliore dei modi, con un occhio su Vantaggiato, in lotta per la classifica marcatori.

Prato (26) – Siena (64). Ultima chiamata. Il Prato, dopo un campionato tragico, potrebbe in questi ultimi novanta minuti riuscire ad attaccarsi al treno dei play-out, ma solo diminuendo a meno di otto punti il distacco con la quart’ultima. Altrimenti, sarà D. Per il Siena, invece, occasione importante per leccarsi le ferite e riprendersi dopo aver abbandonato la lotta per la vittoria del campionato sabato scorso e per prepararsi al meglio ai play-off.

Viterbese (55) – Pontedera (46). Assieme a Monza e Carrarese, anche la Viterbese intende qualificarsi ai play-off da quarta in classifica. Per farlo, però, oltre a vincere, dovrà sperare in risultati positivi dagli altri campi. Vincere, tuttavia, non sarà semplice. Anzi, tutt’altro. A Viterbo arriverà un Pontedera iper affamato, all’appuntamento con la storia. I granata, infatti, vincendo avrebbero la matematica certezza di essere ai play-off, risultato esaltante considerando gli obbiettivi iniziali.

Riposa: Pisa (61).