Serie C, gara per gara la tredicesima giornata

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 128 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Serie C, gara per gara la tredicesima giornata

Livorno – Dopo appena due giorni dall’ultimo match giocato, il girone A della Serie C scende nuovamente in campo per la tredicesima giornata, la seconda giocata in infrasettimanale. Un turno, che come se non bastasse, sarà “spezzato” in diverse fasce orarie tra martedì e mercoledì. Da ricordare inoltre, che in questa due giorni di serie C, a riposare toccherà all’Arzachena.

Pontedera (12) – Cuneo (9). Il “rinato” Pontedera torna al Manucci, con la consapevolezza di poter dare una “spallata” al proprio campionato.  I granata infatti, dopo la vittoria soffertissima in quel di Piacenza, si trovano in una posizione di relativa tranquillità, e potrebbero approfittare del pessimo stato del Cuneo, (4 sconfitte negli ultimi 5 incontri) per spiccare il volo verso lidi migliori.

Giana Erminio (10) – Piacenza (17). A distanza di un mese esatto dall’ultimo successo casalingo, la Giana Erminio affronta il Piacenza con la necessità appunto, di conquistare immediatamente i tre punti. I lombardi infatti, hanno espresso sì un buonissimo gioco ma hanno faticato, e non poco, ad ottenere i punti. Di fronte però, c’è il Piacenza, reduce da un poker rifilato al Prato, che ha galvanizzato i biancorossi.

Livorno (29) – Viterbese (20). La capolista Livorno, dopo la splendida vittoria in quel di Siena, riceve all’Armando Picchi la Viterbese. Una sfida, che almeno sulla carta, dovrebbe essere agevole per gli amaranto, fin qui ancora imbattuti, ma attenzione a non sottovalutare la pratica: i laziali infatti, prima degli ultimi risultati, si erano dimostrati un’ottima squadra, tanto da candidarsi come aspirante alla promozione in serie B. Nelle ultime gare difatti, la squadra del Patron Camilli non trovano i tre punti dal 16 ottobre, motivo per cui, hanno visto allontanarsi a nove punti la vetta del torneo.

Pro Piacenza (7) – Monza (19). Trasferta insidiosa per il Monza, fin qui una rivelazione di questo girone. I brianzoli infatti, reduci da un pari con il Gavorrano, occupano in questo momento il sesto posto della graduatoria, in piena zona playoff; a Piacenza però, non sarà assolutamente facile visto che la Pro, terzultima, ha necessario bisogno di punti.

Gavorrano (5) – Arezzo (14). Derby toscano quello in programma allo Zecchini di Grosseto, tra Gavorrano e Arezzo. I maremmani, dopo la tanto agognata vittoria in campionato di tre domeniche fa, hanno totalizzato poi solo un punto nelle restanti due partite: discorso diverso invece per gli amaranto, che si sono rigenerati dal pareggio ottenuto al Picchi di Livorno, grazie al quale hanno espugnato Monza, e ottenuto un buon punto con la Viterbese.

Lucchese (16) – Prato (6). Lucchese-Prato, è la seconda sfida tutta toscana di questa giornata. I rossoneri, dopo un avvio decisamente a rilento, si stanno pian piano riprendendo e adesso, dopo il pareggio di Viterbo, hanno messo nel mirino la zona playoff, distante pochi punti. Il Prato invece, è chiamato ad un miracolo al Port’Elisa: l’unica vittoria dei gigliati, è datata 24 settembre, in casa contro il Gavorrano.

Alessandria (9) – Olbia (23). Dopo la sconfitta di ieri sera a Carrara, l’Alessandria è chiamata alla partita del “dentro o fuori”: in caso di sconfitta infatti, i piemontesi vedrebbero allungarsi ancora di più (e forse definitivamente), il distacco dalle prime posizioni, già consistente in questo momento. Ad aumentare le difficoltà dell’incontro, c’è anche il fatto che l’Olbia, avversario dei grigi, è la terza forza del torneo, reduce fra l’altro, da una bella vittoria contro la Giana Erminio.

Carrarese (19) – Pisa (21). Ancora un derby toscano per il tredicesimo turno del girone A. La Carrarese infatti, ospita il Pisa di Michele Pazienza, reduce da un deludente pareggio interno con la Pistoiese: un punto che non ha permesso ai neroazzurri, di rispondere all’allungo del Livorno, che è scappato a +8. D’altro canto, gli apuani vengono da una bella vittoria in rimonta sull’Alessandria, che ha permesso il rientro in quella zona playoff, che si era allontanata dopo la sconfitta di Lucca.