Serie C, gara per gara la settima giornata

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 387 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
Serie C, gara per gara la settima giornata

Livorno – Dopo appena tre giorni di riposo, la serie C e nello specifico il girone A, scende nuovamente in campo per la settima giornata, la prima infrasettimanale. Come sempre, le partite verranno disputate in quattro fasce orarie: 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30; a riposare, questa volta sarà la capolista Livorno. Andiamo ad analizzare incontro per incontro, la 7^ giornata del girone A di serie C.

Cuneo (8) – Lucchese (7). Sfida davvero interessante in quel di Cuneo, dove i locali ospitano la Lucchese, reduce dall’inaspettata sconfitta casalinga con il Piacenza. I piemontesi invece, dopo un ottimo avvio di campionato, hanno rallentato leggermente la marcia: l’ultima vittoria infatti, è datata 15 settembre in quel di Gorgonzola.

Olbia (13) – Pistoiese (8). Partita difficile per la sorpresa Olbia, che inaspettatamente si trova al terzo posto con la possibilità, in caso di vittoria nel match con la Pistoiese, di raggiungere in vetta alla classifica il Livorno. Di fronte però, c’è la squadra arancione, che si ha 8 punti in classifica, ma che ha dimostrato più e più volte la qualità della sua rosa, ben figurando all’Armando Picchi (nonostante la sconfitta) e vincendo ad Arezzo.

Piacenza (10) – Gavorrano (0). Quale migliore occasione per il Piacenza per continuare ad inanellare vittorie? I biancorossi infatti, sono reduci da tre successi consecutivi di cui l’ultima al Port’Elisa di Lucca. Occhio però a sottovalutare il Gavorrano, che sì non ha ancora conquistato alcun punto, ma che prima o poi, per la legge dei grandi numeri, dovrà farlo.

Viterbese (12) – Pro Piacenza (5). Dopo due sconfitte di fila, la Viterbese è tornata alla vittoria espugnando lo Zecchini di Grosseto, e adesso punta ad un altro successo nella sfida con il Pro Piacenza. Non sarà sicuramente facile per la squadra di patron Camilli, visto che la formazione piacentina si è dimostrata quadrata e ostica in tutti gli incontri fin qui giocati.

Monza (8) – Alessandria (3). Alzi la mano chi si sarebbe aspettato un Alessandria a 3 punti, terz’ultimo in classifica dopo sei giornate di campionato. Inutile girarci intorno, i piemontesi sono in crisi, e i pochi punti totalizzati sono frutto di pareggi e non di vittorie (ancora 0, ndr). L’avversario odierno degli orsi è il Monza, che tra le mura amiche non ha mai perso, fermando sul pari squadre quotate come il Pisa di Gautieri, oppure segnando quattro reti alla Carrarese di Baldini.

Siena (14) – Giana Erminio (4). Dopo anni di campionati piuttosto amorfi, il Siena è finalmente tornato nei piani alti della classifica. I bianconeri infatti, sono secondi al Livorno, con la possibilità di sorpassare gli amaranto in caso di vittoria con la Giana Erminio. Proprio la squadra di Gorgonzola, è reduce da un turno di riposo, dopo il primo successo in campionato, ottenuto due settimane fa in quel di Viterbo.

Arezzo (6) – Pontedera (2). Derby al Città di Arezzo, dove i locali ospitano il Pontedera, fresco di sconfitta interna con il Livorno, dopo una clamorosa doppia rimonta dei labronici. Motivo per il quale, i pisani arrivano a questo incontro con il dente avvelenato: dovrà dunque stare ben attento il “Cavallino” che si troverà al cospetto una formazione cinica e ben messa in campo.

Pisa (11) – Arzachena (9). Prova del 9 per il Pisa di Gautieri, chiamato a confermare il buonissimo stato di forma delle ultime giornate, nella sfida contro l’Arzachena. I sardi infatti sono una bella squadra, che sia in casa che in trasferta, hanno messo in difficoltà team attrezzati come Arezzo, Monza o Pontedera. Di contro i neroazzurri, sono reduci da tre vittorie consecutive che in qualche modo hanno riportato nelle posizioni di alta classifica Mannini e compagni.

Prato (5) – Carrarese (9). Il secondo derby toscano va in scena al Mannucci di Pontedera, dove il Prato sta giocando le proprie gare interne per indisponibilità del Lungobisenzio. I lanieri sono reduci dalla sconfitta dell’Arena Garibaldi domenica scorsa, che era però stata preceduta dall’importantissimo successo sul Gavorrano, di due domeniche fa. La Carrarese invece, viene da due debacle consecutive che hanno spezzato e non poco, le ambizioni della formazione allenata da Baldini, partita benissimo nelle prime tre giornate di campionato.

Riposa: Livorno (16)