Serie C, gara per gara la quattordicesima giornata

 di Federico Bimbi Twitter:   articolo letto 80 volte
Serie C, gara per gara la quattordicesima giornata

Dopo il turno infrasettimanale, il girone A ritorna in campo in una giornata completamente impegnata nella giornata di domenica. Quattro differenti orari spaccheranno il turno, dalle 14.30, passando per 16.30 e concludendo con 18.30 e 20.30. Il Livorno, impegnato a Monza, giocherà alle 16.30. Ma andiamo nel dettaglio ad analizzare l’intero turno.

Cuneo (12) – Gavorrano (6). La più classica delle sfide salvezza. Il fanalino di coda, Gavorrano, forte di uno stato di forma molto buono, è ospite di un Cuneo tornato alla vittoria nella trasferta di mercoledì a Pontedera. Ma a spaventare i piemontesi c’è un rendimento casalingo decisamente preoccupante, con un solo punto totalizzato tra le mura amiche da inizio campionato.

Piacenza (17) – Carrarese (19). Reduce entrambe da un ko con molti gol, il Piacenza e la Carrarese si sfideranno domani al Garilli con l’obbiettivo di mantenersi nelle parti nobili della classifica. Gli emiliani, con quattro punti in quattro partite, non vincono in casa da oltre un mese, ovvero dalla vittoria per 3 a 0 contro il Gavorrano. La Carrarese, dal canto suo, vuole immediatamente mettere alle spalle la sconfitta nel derby col Pisa, apparsa decisamente ingiusta agli occhi dei marmiferi.

Prato (7) – Arzachena (19). Una delle grandi rivelazioni del campionato, l’Arzachena, osservato il turno di riposo nella giornata infrasettimanale, torna in campo ed è impegnata sul campo del Prato, penultima, ed a secco di vittorie da oltre un mese. Con due vittorie consecutive, invece, i sardi vogliono mantenere questo stato di forma e tentare di guadagnare ulteriori posizioni in classifica.

Arezzo (15) – Pro Piacenza (10). Ghiottissima occasione per l’Arezzo, in questa quattordicesima giornata, per agganciare quantomeno il decimo posto. I granata ospitano la Pro Piacenza, vincente nell’ultimo turno, ma peggiore squadra del girone A in trasferta. Per gli emiliani di Pea, la diciassettesima posizione in classifica non rasserena, pertanto difficilmente portanno, dal canto loro, permettersi di fallire al Comunale.

Lucchese (17) – Alessandria (12). Tornata al successo nell’ultimo match, l’Alessandria di Stellini è impegnata al Porta Elisa di Lucca, in questo tentativo dei piemontesi di risalire in classifica. L’avversario, tuttavia, non è il migliore da incontrare in questo momento, con i cinque punti guadagnati nelle ultime tre gare ed un rendimento interno positivo con un solo ko in sei partite.

Monza (19) – Livorno (32). Il Monza sulla strada della capolista. In Brianza, il Livorno tenterà di proseguire questa marcia imperiosa, al cospetto, tuttavia, di una squadra molto ostica, come dimostra l’affermazione di due settimane fa, a Siena, per 3 a 0. I lombardi giungono a questa sfida da una brutta sconfitta a Piacenza con la Pro, e dovranno di gran lunga superarsi per fermare la squadra detentrice del miglior attacco e della miglior difesa campionato, che in trasferta ha vinto tutte le ultime quattro sfide.

Pisa (24) – Giana Erminio (13). Dopo la vittoria in rimonta a Carrara, Pazienza torna all’Arena Garibaldi a distanza di sette giorni dal pareggio beffardo contro la Pistoiese. I neroazzurri ospitano la Giana Erminio, in una partita in cui vincere potrebbe significare quantomeno allungare sul quarto posto visto il concomitante riposo dell’Olbia. La Giana, festeggiata la vittoria con il Piacenza mercoledì, proverà per la prima volta in stagione a dare continuità ai risultati, che praticamente è stato il grosso limite evidenziato dagli uomini di Albè da inizio campionato.

Viterbese (20) – Pistoiese (15). Tornare al successo per non parlare di crisi. La Viterbese di Nofri, che ha totalizzato solamente due punti in quattro gare, rischia di perdere posizioni in chiave play-off, perciò la gara interna contro la Pistoiese sarà un banco di prova molto importante per i laziali. Gli arancioni, in trasferta, hanno leggermente faticato, trovando solamente una volta la vittoria.

Siena (27) – Pontedera (12). La giornata si chiude con l’unico derby toscano di giornata, Siena-Pontedera. I bianconeri continuano a tallonare la capolista Livorno e, vincendo, possono tentare di ridurre lo svantaggio di cinque punti. Cerca punti salvezza, invece, il Pontedera, in una classifica che vede i granata quart’ultimi a soli sei punti dall’ultimo posto occupato dal Gavorrano.

Riposa: Olbia (23).