Serie BKT, il punto dopo la tredicesima giornata: frenano in vetta, le inseguitrici si fanno sotto

27.11.2018 18:24 di Carlo Grandi  articolo letto 79 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Serie BKT, il punto dopo la tredicesima giornata: frenano in vetta, le inseguitrici si fanno sotto

Turno che rimette tutto in discussione in questa Serie BKT, con le prime della classe fermate dal pareggio e le dirette inseguitrici che fanno un balzo in avanti portandosi a ridosso della vetta. E in coda tante sorprese, con due scontri diretti vinti dalle squadra ospiti e altrettanti pareggi delle ultime della classe. 

Un turno che ha visto un totale di 4 pareggi, 3 vittorie interne e 2 esterne per un totale di 14 reti segnate, il minimo stagionale per la categoria. 

Il Palermo soffre e non poco a Verona, in una partita dai mille volti; quando i rosanero sembrava avessero preso il pallino del gioco,ecco che gli scaligeri vanno in vantaggio con Di Carmine su azione di contropiede. E proprio nel momento peggiore della squadra di Stellone, quando il Verona sembrava vicinissimo a piazzare il colpo del ko, ecco che da uno svarione difensivo su calcio da fermo Rajkovic impatta il match. Finisce 1-1 al Bentegodi.
Finisce pure 1-1 il derby tra Pescara e Ascoli all'Adriatico; delfino  che imperversa in lungo e in largo, va in vantaggio con Mancuso, ma che subisce gol sull'unica ripartenza ospite. Ardemagni regala il punto al picchio e fa gioire gli oltre duemila spettatori ospiti presenti. 

Dietro ne approfitta il Lecce, che si sbarazza di una Cremonese fin troppo arrendevole con un secco 2 a 0 ( gol di Falco e La Mantia) e il Benevento, che soffre tremendamente ma riesce ad avere ragione di un Perugia gagliardo grazie ai gol di Coda e  a quello a tempo scaduto di Bandinelli; inutile il gol dei grifoni realizzato da Verre. 
Pareggia a fatica il Cittadella, che deve ringraziare l'arbitro Moreno e la dea bendata in quel di Livorno: negati un rigore solare ai toscani nel secondo tempo per fallo su Murilo, oltre a diverse occasioni sprecate dai toscani e un incrocio dei pali colpito da Valiani nel primo tempo. Amaranto ultimi ma visti in netta ripresa sotto la guida di Breda. 
Sorprendente pure il pareggio del Picco, a fronte di due squadre con spiccate doti offensive; improvvisamente Spezia e Foggia si annullanno, danno luogo ad una partita fisica e l'incontro finisce a reti bianche (0-0).

Cade e male il Brescia in laguna; il Venezia di impone per 2 a 1 con doppietta di Di Mariano, e conquista il suo nono punto nelle ultime 4 partite. Inutile il gol di Donnarumma per le rondinelle a tempo scaduto. 

In coda da segnalare due successi esterni, quello del Carpi a Padova (Jelenic regala i tre punti agli emiliani e la prima sconfitta in campionato a Foscarini) e quello del Cosenza nel derby calabrese (un gol di Idda apre la crisi nera del Crotone e da tanta fiducia ai lupi per il prosieguo della stagione). 

RISULTATI E CLASSIFICA

BENEVENTO - PERUGIA 2-1
CROTONE - COSENZA 0-1
LECCE - CREMONESE 2-0
LIVORNO - CITTADELLA 0-0
PADOVA - CARPI 0-1
PESCARA - ASCOLI 1-1
SPEZIA - FOGGIA 0-0
VENEZIA - BRESCIA 2-1
VERONA - PALERMO 1-1

RIPOSA: SALERNITANA 

CLASSIFICA 

PALERMO 25;PESCARA 23;LECCE 22; CITTADELLA,BENEVENTO,SALERNITANA 20; VERONA 19; BRESCIA 18; PERUGIA,SPEZIA 17; ASCOLI 16; CREMONESE, VENEZIA 15; CROTONE 12; COSENZA, PADOVA 11; CARPI 10; FOGGIA 8; LIVORNO 6.

pescara,lecce,verona,crotone,cosenza,padova DEVONO ANCORA OSSERVARE IL LORO TURNO DI RIPOSO.