Serie B, il punto dopo la ventiduesima. Brescia al comando, Palermo e Pescara in crisi

05.02.2019 23:19 di Carlo Grandi   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Serie B, il punto dopo la ventiduesima. Brescia al comando, Palermo e Pescara in crisi

Livorno - E' stata una giornata da ricordare per due ordini di motivi: il primo è il cambio in vetta dopo quasi due mesi, non più il Palermo, bensì il Brescia, che si porta prepotentemente al primo posto non senza qualche strascico polemico. 

Non tante reti segnate, solo 17, e diversi pareggi a reti bianche, con un solo successo esterno e 3 vittorie interne. 

Iniziamo dal risultato più clamoroso, quello del Cornacchia di Pescara; su un campo ostico dove il Delfino aveva subito solo 7 reti e vantava la seconda miglior difesa interna del torneo, il Brescia di Corini ne fa ben 5. Segnano Donnarumma, Torregrossa (2),Bisoli e Romagnoli per le rondinelle, mentre il gol della bandiera dei locali lo firma Monachello. 

Frena il Palermo che non va oltre lo 0-0 in casa contro il Foggia; una squadra frastornata fra le questioni societarie e i dubbi sulla nuova dirigenza e le sue reali potenzialità economiche. 

Chi torna sotto invece è il Benevento, che riesce dopo una gara tiratissima a battere il Venezia con un secco 3 a 0; i gol di Insigne (doppietta) e Coda e la squadra lagunare che continua a faticare fuori casa. 

Tra le squadre in lotta per i playoff da registrare il successo dello Spezia, che al Picco batte con un secco 2 a 0 la Cremonese, fino ad oggi l'unica squadra del torneo a non aver ancora vinto in trasferta. Decide una doppietta di Bartolomei. 

In coda, preziosissimo il successo del Cosenza, che sta risalendo pian piano la china e si porta a +7 dalla zona retrocessione; al Marulla il Cittadella cede con un secco 2 a 0, frutto dei gol di Sciaudone e Tutino.  Granata alla terza sconfitta in 5 gare e zona playoff che sta pian piano scivolando via. 

Per il resto tanti pareggi in coda, a partire dall'1-1 di Carpi, con un Verona in netta difficoltà salvato dal gol di Matos dopo che gli emiliani erano passati in vantaggio con Di Noia , per continuare con il pareggio dello Scida, (dove un irriconoscibile Crotone passa prima in svantaggio contro il Livorno con un'autorete di Spolli, poi trova un pari fortunoso con Simy) e con quello senza reti dell'Euganeo tra Padova e Salernitana. 

La partita Lecce - Ascoli è stata sospesa e rinviata a data da destinarsi a causa dell'infortunio capitato al giocatore del Lecce Scavone nel corso del primo tempo; un infortunio che aveva fatto pensare al peggio in un primo momento, con il giocatore che aveva perso conoscenza, salvo poi riprendersi una volta arrivato in ospedale. 

 

RISULTATI E CLASSIFICA

BENEVENTO - VENEZIA 3-0
CARPI - VERONA 1-1
COSENZA - CITTADELLA 2-0
CROTONE - LIVORNO 1-1
LECCE - ASCOLI rinviata
PADOVA - SALERNITANA 0-0
PALERMO - FOGGIA 0-0
PESCARA - BRESCIA 1-5
SPEZIA - CREMONESE 2-0

riposa:PERUGIA

CLASSIFICA

BRESCIA 39;PALERMO 38; PESCARA,LECCE 34; BENEVENTO 33; VERONA 31; CITTADELLA 30; PERUGIA 29; SALERNITANA 28; CREMONESE 26; VENEZIA,ASCOLI 25; COSENZA 24; FOGGIA 19; CROTONE,CARPI 18; LIVORNO 17; PADOVA 16.

LIVORNO,ASCOLI,PERUGIA,LECCE,BENEVENTO una gara in meno

FOGGIA 6 punti di penalizzazione.