Serie B, il punto dopo la diciannovesma. Palermo campione d'inverno, rispunta il Pescara

03.01.2019 02:45 di Carlo Grandi  articolo letto 196 volte
© foto di Gabriele Di Tusa/TuttoPalermo.net
Serie B, il punto dopo la diciannovesma. Palermo campione d'inverno, rispunta il Pescara

Livorno - Si chiude il girone d'andata di questa serie BKT 2018/2019 e si chiude con il Palermo meritatamente primo e campione d'inverno. I rosanero sono stati la squadra più continua e il cambio di panchina ha rappresentato quella marcia in più che ha portato la squadra rosanero a costruirsi la prima vera fuga di questo torneo.
La vittoria di cittadella è stata frutto dell'esperienza e della tenacia, con la squadra di stellone che ha saputo capitalizzare il gol di Falletti per poi resistere agli assalti dei granata, soffrendo ma portando a casa 3 punti di platino.

Un turno che ha visto un totale di 28 gol segnati, con 5 pareggi (di cui 4 per 1-1), 2 vittorie interne e 2 colpi esterni.

Dietro torna sotto e lo fa con una di quelle partite che segnano una stagione il Pescara; la squadra di Pillon soffre, va sotto 2 a 0 all'Arechi di Salerno (gol di Vitale e Pucino) e poi si scatena con un incontenibile Mancuso, autore di una tripletta (12 gol in campionato per il talento scuola Juve) e Scognamiglio. Abruzzesi che agganciano il Brescia al secondo posto a quota 32.
E dietro tutte fermate sul pari: il Brescia impatta al Vigorito contro il Benevento (gol di Torregrossa e autogol di Cistana), il Lecce pareggia al Picco (1-1 anche qui,a Ricci risponde Scavone) e il Verona si fa riacciuffare da un gagliardo Foggia per ben due volte ( gol di Lee e Pazzini per gli scaligeri a cui rispondono Mazzeo e Gerbo per i satanelli).
Ad Ascoli si assiste allo psicodramma del Crotone, in una gara che riassume tutta l'attuale situazione dei pitagorici; un primo tempo in grande stile con i gol di Simy e Firenze a presagire un dolce ritorno per Stroppa sulla panchina calabrese, e un secondo tempo incomprensibile che permette ad un Ascoli tutto cuore di ribaltare il punteggio, con gol di Brosco,Beretta e Ganz.
Torna prepotentemente alla vittoria la Cremonese, che travolge il Perugia con un secco 4 a 0: di Terranova, Piccolo e Castrovilli  (doppietta) i gol della squadra di Rastelli che sale a quota 22 in classifica, a più 6 sulla zona rischio.
In coda due pareggi, anch'essi per 1-1: quello del Penzo tra Venezia e Carpi, con Litteri che risponde a Suagher, e quello del Picchi tra Livorno e Padova; il ritorno di Bisoli sulla panchina biancoscudata frutta un punto tutto d'orgoglio contro un Livorno vittima dei suoi limiti offensivi e realmente incapace di finalizzare nonostante la grande mole di gioco prodotta. A Clemenza risponde un rigore di Diamanti, con gli amaranto che allungano a 6 partite la striscia di imbattibilità ma che hanno ancora molto da fare per tirarsi fuori dall'attuale situazione di classifica.

RISULTATI E CLASSIFICA

ASCOLI - CROTONE 3-2
BENEVENTO - BRESCIA 1-1
CITTADELLA - PALERMO 0-1
CREMONESE - PERUGIA 4-0
FOGGIA - VERONA 2-2
LIVORNO - PADOVA 1-1
SALERNITANA - PESCARA 2-4
SPEZIA - LECCE 1-1
VENEZIA - CARPI 1-1

RIPOSA: COSENZA

CLASSIFICA

PALERMO 37; PESCARA,BRESCIA 32; VERONA,LECCE 30; BENEVENTO 29; SPEZIA,CITTADELLA, PERUGIA 26; ASCOLI, SALERNITANA 24; CREMONESE 22; VENEZIA 21; COSENZA 19; CARPI 17; LIVORNO 15; FOGGIA,CROTONE 13; PADOVA 12.

FOGGIA 8 punti di penalizzazione.