Prima categoria, buon pareggio per Donoratico e Castiglio, male gli elbani

22.01.2019 09:00 di Marco Girolami Twitter:    Vedi letture
Prima categoria, buon pareggio per Donoratico e Castiglio, male gli elbani

Castiglioncello- Punto pesante quello conquistato dal Donoratico nella trasferta di Capanne. Pareggio d’oro perché ottenuto in rimonta su un campo difficile e soprattutto perché permette di accorciare le distanze dalla capolista Saline sconfitta dai Colli Marittimi e sorpassare il Montelupo sconfitto a Volterra, assestandosi così al secondo posto in classifica a -1 dal primo posto. La rete amaranto del pareggio porta la firma di Spinapolice alla sua nona rete personale in campionato.

Il Castiglioncello con ben 6 sottoquota in campo ferma la più esperta e quotata Sanromanese blindando il risultato sullo 0 a 0. Non è stata solo una partita di contenimento quella impostata da mister Citi, ma più volte i giovani azzurri si son dimostrati propositivi mettendo in allerta la difesa avversaria. Tra le occasioni più rilevanti per i locali un contropiede di Grandi che impegnava l’estremo difensore avversario mentre per gli ospiti da segnalare un tiro a botta sicura di bomber Di Candia respinto in maniera prodigiosa da Barbetta. Buona partita da parte di tutti gli azzurri dove spicca la prestazione del centrale difensivo Della Valentina, classe 2000, che ha reso bagnate le polveri del bomber del campionato Di Candia. Con questo punto il Castiglioncello rimane in sesta posizione a due punti dalla griglia playoff.

Bruttissimo scivolone dell’Academy Portoferraio che esce sconfitto per 1 a 2 dal confronto casalingo contro il Massavalpiana, sprofondando all’ultimo posto in classifica anche a causa delle sorprendenti vittorie delle dirette concorrenti alla lotta salvezza, Butese e Lajatico. Se tutto lasciava presagire ad una domenica di gloria con il vantaggio ottenuto grazie a Ferrini, ci hanno pensato prima bomber Mimini allo scadere della prima frazione ed un eterno Christian Scalzo al ‘93esimo a far piombare nel baratro gli elbani. Per raggiungere la salvezza da ora in poi sarà necessario cambiare rotta soprattutto a livello di attenzione, revisionando in maniera decisa la fase difensiva per non vanificare il buon lavoro del proprio attacco che nonostante l’ultima posizione, si conferma il più prolifico del girone.