Oggi Amaranta.it consegna una targa a Mark Magnozzi

 di Giovanni Marino  articolo letto 70 volte
Oggi Amaranta.it consegna una targa a Mark Magnozzi

Livorno – Il nostro portale, Amaranta.it, consegnerà nel pomeriggio di oggi, giovedì 13 aprile, una targa a Mark Magnozzi in onore e memoria di Enzo Magnozzi, suo nonno, benemerito del calcio statunitense e cugino dell’indimenticabile campione Mario Magnozzi. Mark Magnozzi, che è cittadino americano, svolge a New York la professione di avvocato e notaio. In questi giorni è in Italia e in Toscana. Amaranta.it ne ha colto l’occasione per organizzare una giornata al fine di far conoscere la figura di Enzo, il cui nome figura nella Hall of fame del calcio degli Stati Uniti.Nel pomeriggio vi sarà un incontro con l’assessore comunale allo Sport, Andrea Morini, a Palazzo Civico. Il Comune consegnerà a Mark lo stemma della città. In quella sede Amaranta.it, attraverso il coordinatore Marco Ceccarini, gli donerà una targa a ricordo della giornata. Dopo ci sarà la visita al Club amaranto Magnozzi, dove incontrerà il presidente Enrico Fernandez Affricano, che ha annunciato la consegna di una medaglia e di un gagliardetto. Infine Mark sarà ospite allo stadio Picchi del Livorno Calcio in occasione della partita contro il Tuttocuoio. La società di via Indipendenza, secondo quanto si apprende, gli consegnerà una maglia per mani di Igor Protti.Enzo Magnozzi, livornese, emigrò negli anni Trenta con la famiglia negli Stati Uniti, dove è stato giocatore, allenatore e dirigente sportivo, vincendo titoli di lega da calciatore con i Flatbush Wanderers, il titolo di miglior allenatore della Lega nordamericana con l’Inter Giuliana ed affermandosi come dirigente tanto da divenire, nei primi anni Ottanta, presidente della forte Lega tedesco-americana, progenitrice dell’attuale Major league. Organizzatore di tornei, ha portato a giocare inegli Stati Uniti e in Canada squadre come l’Inter, il Real Madrid, il Santos, il Benfica e tutti i più importanti campioni degli anni Sessanta e Settanta, tra cui Pelé, Eusebio, Alfredo Di Stefano, Sandro Mazzola, Giacinto Facchetti e il livornese Armando Picchi. Il nome di Enzo Magnozzi figura nella Hall of fame del calcio americano per meriti sportivi ed organizzativi. Era nato a Livorno il 20 giugno 1920, giorno della finale scudetto tra Livorno ed Inter giocata a Bologna, ed è scomparso a New York il 7 dicembre 1987.