Lega Pro, il punto. Torna alla vittoria l'Alessandria, rallentano Arezzo e Lucchese

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 224 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Lega Pro, il punto. Torna alla vittoria l'Alessandria, rallentano Arezzo e Lucchese

Livorno – Si conclude con la splendida di vittoria del Livorno in quel di Cremona, la diciottesima giornata del girone A di Lega Pro. Allo “Zini” infatti, gli amaranto battono la Cremonese per 3 a 2 grazie alle reti di Lambrughi, Gasbarro e Murilo. Nelle gare giocate invece nel corso della domenica, non si registrano particolari sorprese nei risultati maturati. L’Alessandria, dopo il pareggio di Renate, torna a vincere e lo fa in modo decisamente convincente, battendo per 3 a 0 la Lupa Roma: partita mai in discussione, sbloccata da un rigore realizzato da Pablo Gonzalez e chiusa dai gol di Iocolano e Bocalon. Rallenta la corsa invece l’Arezzo, fermato sullo 0 a 0 tra le mura amiche dalla “nuova” Viterbese, alle prese con una vera e propria rivoluzione in società ed in panchina. Da segnalare nella gara giocata al “Città di Arezzo”, l’espulsione di Moscardelli, reo di aver colpito con un “pugno” un difensore laziale. Interrompe la striscia di vittorie anche la Lucchese, che dopo i 6 punti conquistati tra Siena e Cremonese, esce dalla gara con la Carrarese con un punto sulle spalle grazie all’ 1 a 1 maturato sul campo. Dopo il vantaggio apuano al 49’ con Miracoli, la formazione rossonera di Nanu Galderisi riesce a pareggiare a tre minuti dalla fine, grazie ad un’altra rete di Forte. Ritrova invece la vittoria il Piacenza, che grazie alla segnatura di Matteassi dopo quattro minuti, riesce a battere un Pontedera in formissima. Per gli emiliani, la vittoria vale davvero più di 6 punti, visto che si riportano a meno un punto dall’Arezzo, e quindi a ridosso delle primissime posizioni. Vittoria vitale anche per l’Olbia, che espugna l’Artemio Franchi di Siena, regalandosi così una nona posizione, che vale il rientro nella zona play-off: gara decisa poco prima della fine della prima frazione, quando Kouko segna il gol che vale i tre punti per i sardi, e la seconda sconfitta consecutiva casalinga per la Robur. Oltre alla sfida di Arezzo, da registrare altre tre partite con porte inviolate: a Como infatti, i padroni di casa vengono bloccati sullo 0 a 0 dal Renate, mentre a Gorgonzola, il Prato strappa un punto vitale alla locale Giana Erminio. 0 a 0 nella sfida salvezza di Pontedera, dove il Tuttocuoio ospitava la Pro Piacenza: con il pareggio maturato domenica, neroverdi e piacentini salgono insieme a quota 18 punti in classifica, rimanendo però ancorati alla pericolosissima zona play-out. Infine, vittoria più che convincente per la Pistoiese, che in casa rifila un sonoro tris alla Racing Roma: match deciso tutto nel secondo tempo grazie alle reti di Minotti, Rovini e Benedetti alle quali si aggiunge quella di marca ospite, realizzata da De Sousa. 

RISULTATI 18^ TURNO:
Arezzo – Viterbese 0-0 
Robur Siena – Olbia 0-1
Alessandria – Lupa Roma 3-0
Carrarese – Lucchese 1-1
Como – Renate 0-0 
Giana Ermino – Prato 0-0
Piacenza – Pontedera 0-0
Pistoiese – Racing  Roma 3-1
Tuttocuoio – Pro Piacenza 0-0
Cremonese – Livorno 2-3

Classifica: Alessandria 46, Cremonese 36, Livorno 33, Arezzo 33, Piacenza 29, Lucchese 28, Como 28, Renate 26, Giana Erminio 24, Viterbese 24, Olbia 24, Pistoiese 23, Siena 23, Carrarese 22, Pro Piacenza 18, Tuttocuoio 18, Pontedera 18, Lupa Roma 13, Racing Roma 11, Prato 9.