Lega Pro, gara per gara la ventunesima giornata

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 114 volte
Lega Pro, gara per gara la ventunesima giornata

Livorno – La seconda giornata del girone di ritorno, in scena tra oggi e venerdì, darà l’addio al 2016 da parte della Lega Pro. Solito spezzatino per quanto riguarda la disposizione dei dieci incontri: due di essi verranno disputati oggi pomeriggio alle 14.30, altri tre domani alla medesima ora, mentre i restanti sono programmati tutti per domani alle 16.30, a differenza del posticipo tra Livorno  e Alessandria, che si giocherà alle 20.30.

Lucchese (31) – Olbia (27): la seconda giornata di ritorno inizia con un match davvero avvincente. La Lucchese infatti, una delle squadre più in forma del momento, ospita l’Olbia, formazione che invece si è un po' persa dopo un inizio davvero sorprendente. I rossoneri però, non possono permettersi di sottovalutare i sardi nonostante il loro stato di forma: i bianchi difatti, sono reduci sì da una sconfitta interna, ma in trasferta hanno dimostrato di saper far male, vista la recente vittoria in quel di Siena.

Pro Piacenza (18) – Pistoiese (24): l’altra sfida in programma per giovedì 29 dicembre è quella del Garilli di Piacenza, dove la Pro ospita la Pistoiese. Stati di forma piuttosto simili per le due squadre: la Pro Piacenza, è reduce da una serie di sconfitte e pareggi che hanno portato gli emiliani in piena zona play-out, gli arancioni invece possono ritenersi leggermente più soddisfatti visto le due vittorie consecutive ottenute qualche settimana fa, che però visto i successivi pareggi, non hanno permesso alla formazione toscana di prendere il definitivo volo verso le zone promozione.

Giana Erminio (30) – Siena (26): che sfida a Gorgonzola! Nell’impianto milanese infatti, si affrontano due squadre in ottima salute, che sono divise in classifica da appena quattro punti. I lombardi non perdono da quasi un mese, e nel recente passato hanno trovato due fondamentali vittorie consecutive esterne con Carrarese e Lucchese, mentre i bianconeri sono tornati alla vittoria la scorsa settimana, quando a cadere all’Artemio Franchi è stato il Pontedera.

Lupa Roma (18) – Piacenza (29): obbiettivo riscatto per il Piacenza in quel di Tivoli. Sì perché dopo la vittoria interna contro il Pontedera di quasi un mese fa, gli emiliani sono incappati in due sconfitte consecutive, che hanno relegato i neopromossi in ottava posizione. Di fronte però, c’è una squadra che non va assolutamente sottovalutata: la Lupa Roma infatti, è una formazione da prendere con le pinze, caratterizzata da un rendimento a dir poco altalenante, viste le recenti pesanti sconfitte come quelle di Alessandria ed Arezzo, o le buone prestazioni con Pistoiese e Carrarese.

Viterbese (27) – Tuttocuoio (21): ancora un passo indietro per la Viterbese, dopo che i laziali sembravano essersi ritrovati con la vittoria interna contro il Como. Nell’ultimo incontro infatti, la squadra gialloblù è caduta a Cremona, e per la prima volta in stagione ha dovuto dire momentaneamente addio alla zona play-off. Per questo motivo la sfida con il Tuttocuoio, rappresenta una partita da vincere senza e senza ma. I neroverdi però, sono in ottima forma dopo la fondamentale vittoria contro il Prato, ed in trasferta hanno dimostrato di saper far male, vista la recente vittoria in quel di Roma contro la Racing.

Arezzo (36) – Carrarese (22): al Città di Arezzo, va in scena l’unico derby toscano di giornata. L’Arezzo infatti, ospita la Carrarese, in una sfida che sempre ha regalato emozioni. Situazioni decisamente diverse per le due squadre: gli amaranto vengono da un entusiasmante vittoria in quel di Como, che a detta di molti addetti ai lavori, potrebbe rappresentare una vera e propria svolta nel cammino della squadra di mister Sottili. Carrarese che invece è in un momento a dir poco negativo, visto le due sconfitte consecutive con Giana e Lupa Roma. L’ultima debacle, quella interna vinta dalla Giana per 4 a 0, ha lasciato molte ripercussioni nell’ambiente apuano, e non è detto che i gialloazzurri non rischino un’altra goleada in terra aretina.

Pontedera (19) – Como (28): Pontedera e Como, due squadre divise da nove punti, ma soprattutto due formazioni reduci da una sconfitta nel turno appena passato. Motivo per il quale, la sfida dell’Ettore Manucci sarà una vera e propria battaglia: se da un lato i granata devono ritornare a vincere per allontanarsi nuovamente dalla pericolosa zona play-out, la squadra lombarda cercherà esclusivamente i tre punti visto dalle retrovie ci sono formazioni come Siena e Viterbese, distanti appena due punti che spingono per rientrare nelle zone promozioni.

Prato (12) – Racing Roma (11): la sfida tra Prato e Racing Roma, rappresenta un vero e proprio spareggio per non retrocedere. In caso di sconfitta infatti, una delle due squadre vedrebbe drasticamente abbassarsi le probabilità di una salvezza, quantomeno senza passare dai play-out. Il fattore casa potrebbe risultare di non poco conto per i lanieri, visto che è proprio tra le mura amiche che i toscani hanno mostrato il loro miglior gioco.

Renate (32) – Cremonese (42): trasferta durissima per la Cremonese, che chiude il proprio 2016 sul campo del Renate, in una partita che sa di derby lombardo di alta, altissima classifica. La formazione di casa infatti, può essere considerata come una delle sorprese di questo girone, vista l’attuale quinta posizione: i brianzoli inoltre, sono reduci da una serie importante di risultati utili consecutivi, tra cui le recenti vittorie con Olbia e Tuttocuoio. Discorso diverso invece per la “Cremo”, la quale non sta attraversando uno dei miglior momenti della stagione: le due vittorie con Racing e Viterbese ne hanno sicuramente alzato il morale, ma pesano ancora in termini di classifica le sconfitte con Livorno e Lucchese.

Livorno (39) – Alessandria (50): nel posticipo dell’ultima giornata del 2016, va in scena il big match di questo turno. Il Livorno, terza forza attuale del campionato, ospita la capolista Alessandria in un incontro che sa tanto di dentro o fuori per le speranze degli amaranto in una difficile e improbabile promozione diretta. I punti di distacco dai grigi sono infatti ben 11, ed un eventuale non vittoria combinata con una vittoria della Cremonese, lascerebbe proprio ai grigi ed a quest’ultimi la corsa per il primo posto. Motivo per il quale il Livorno dovrà contare su un pubblico numeroso, che avrà il compito di spingere la truppa di Foscarini alla vittoria.