Lega Pro, gara per gara la ventesima giornata

 di Federico Bimbi Twitter:   articolo letto 103 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Lega Pro, gara per gara la ventesima giornata

Si apre ufficialmente il girone di ritorno nel Girone A di Lega Pro. Il campione d’Inverno Alessandria aprirà subito la giornata, giocando domani (venerdì 23, ndr), alle ore 14:30. Come i piemontesi, anche altre quattro gare, tra cui il match del Livorno a Roma contro il Racing. Poi, tre partite alle 16:30 ed, infine, si chiude alle 20:30 con i derby toscani tra Siena-Pontedera e Tuttocuoio-Prato. Eccola, nel dettaglio, la presentazione di tutte le gare di questo turno natalizio:

Alessandria (47) – Pro Piacenza (18). Sulla carta, quella del Moccagatta sembra una partita completamente priva di storie, con i piemontesi primi in classifica decisamente favoriti su una Pro Piacenza in piena lotta per non retrocedere e con una vittoria che manca da più di un mese. Tuttavia, Braglia presta molta attenzione a questa gara, nella quale dovrà rinunciare allo squalificato Cazzola. Ma, verosimilmente, agli emiliani occorrerà la famosa partita della vita per poter uscire da Alessandria con qualcosa in tasca.

Como (28) – Arezzo (33). Sfida con vista play-off quella del Sinigaglia di Como. Entrambe le squadre sono reduci da un ko in trasferta, ed entrambe arrivano a questa gara con otto punti ottenuti nelle ultime cinque partite. Il rischio, per gli uomini di Gallo, arriva dietro, con la quota play-off sotto solamente di un punto, mentre l’Arezzo, in caso di mancato successo, potrebbe veder fuggire ulteriormente, davanti, Livorno e Cremonese.

Olbia (27) – Renate (29). Anche in Sardegna ci si giocano molte chances per restare tra i primi dieci. Olbia e Renate, fino ad oggi, hanno espresso un ottimo calcio e, malgrado i due punti di vantaggio in classifica, i lombardi si presentano in Sardegna da sfavoriti visto il loro scarso andamento lontano da casa con soli 7 punti conquistati sui 29 totali e, allo stesso tempo, le sei vittorie tra le mura amiche certificano quanto conti in positivo il fattore campo per l’Olbia.

Pistoiese (23) – Lupa Roma (16). La pesante sconfitta di Livorno non ha per niente scalfito le certezze della Pistoiese. E la sfida contro la Lupa Roma è subito l’occasione giusta per rialzarsi e riprendere la marcia degli arancioni verso una tranquilla salvezza. I capitolini, dal canto loro, sono tornati al successo domenica scorsa contro la Carrarese ed in Toscana cercheranno fondamentali punti salvezza per la loro classifica.

Racing Roma (11) – Livorno (36). All’andata segnò Cellini ed il Livorno vinse uno a zero, in un successo che certificava il non ottimale stato di forma degli uomini di Foscarini. Oggi è passato un girone, di punti il Livorno ne ha persi soprattutto nella prima parte del campionato, ma adesso gli amaranto appaiono davvero sulla giusta strada. Dieci risultati utili consecutivi, 22 punti conquistati nelle ultime dieci giornate contro i soli 5 ottenuti dal Racing Roma. I ragazzi di Giannichedda adesso si trovano all’ultimo posto e per l’ex calciatore amaranto la gara contro il Livorno potrebbe risultare fondamentale per festeggiare il Natale ancora da allenatore del Racing Roma.

Carrarese (22) – Giana Erminio (27). Tornare ad un successo che manca da inizio dicembre: questo è il compito della Carrarese di mister Danesi nella gara di domani contro la Giana Erminio. Dopo un ottimo periodo tra ottobre e novembre, i gialloblu hanno subìto un calo che dalla zona play-off li ha fatti calare fino al quattordicesimo posto in classifica e, per questo, un risultato positivo potrebbe scacciare i padroni di casa dai bassifondi. Davanti avranno una Giana Erminio che in trasferta ha perso solo due volte ed ha ottenuto ben 9 punti nelle ultime cinque gare lontano da casa.    

Cremonese (39) – Viterbese (27). I soli sei punti ottenuti dalla Cremonese nelle ultime cinque gare hanno permesso al Livorno di avvicinarsi notevolmente agli uomini di Tesser, nonostante un ampio vantaggio fino a poche settimane fa. La partita dello Zini contro la Viterbese rappresenta, perciò, una grande occasione per cercare di tallonare il tentativo di rimonta degli amaranto (oggi a tre punti). Ma l’impegno non sarà dei più semplici, con la Viterbese che arriva allo Zini da una bella vittoria contro il Como, e proverà in tutti i modi di riagganciare i primi dieci posti.

Piacenza (29) – Lucchese (28). Un solo punto separa Piacenza e Lucchese, prossime avversarie nella ventesima giornata. Quella del Garilli si prospetta essere una delle partite più interessanti dell’intero turno, con i padroni di casa che detengono il favore del pronostico su una Lucchese che, tuttavia, vuole dimenticare in fretta il ko contro la Giana di domenica scorsa. Anche il Piace arriva da una sconfitta che brucia, quella di Prato, ma gli uomini di Franzini saranno pronti a sfruttare a pieno il fattore campo nell’ultima gara prima di Natale.

Siena (23) – Pontedera (19). Dopo il rinvio della partita contro la Pro Piacenza, torna in campo il Siena a distanza di dodici giorni dalla sconfitta contro l’Olbia. A sfidare i bianconeri c’ è il Pontedera, in un derby che potrebbe permettere ai padroni di casa di allungare proprio sugli uomini di Indiani quindicesimi. Il Pontedera vuole tornare alla vittoria che manca dal 4 dicembre, quando arrivò, proprio in trasferta, contro la Giana. Da allora, hanno ottenuto tre sconfitte e due pareggi, tra cui uno di prestigio con l’Alessandria.

Tuttocuoio (18) – Prato (12). La più classica delle sfide salvezza va in scena a Pontedera, tra le pericolanti Tuttocuoio e Prato, in un derby estremamente ad alta tensione. Il Prato è tornato alla vittoria proprio domenica scorsa, contro il Piacenza, in un successo che ha permesso i bianco blu di abbandonare l’ultimo posto in classifica ai danni del Racing Roma. Il Tuttocuoio, invece, dal canto suo, arriva da un punto ottenuto nelle ultime due gare senza, però, riuscire a segnare e in questa sfida casalinga si giocherà molte ambizioni di uscire dalla pericolante zona play-out.