Lega Pro, gara per gara la quindicesima giornata

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 110 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Lega Pro, gara per gara la quindicesima giornata

Livorno – Quindicesima giornata pronta a partire. Turno che, a differenza di come avviene solitamente, inizierà nella giornata di venerdì con un anticipo in programma alle ore 18.00, per poi continuare domenica, con tutte le altre sfide che si svolgeranno tra le 14.30 e le 18.30. Andiamo approfondire, tutte le partite di questo quindicesimo turno.

Giana Erminio (21) – Arezzo (25): incontro dal sapore di alta classifica in quel di Gorgonzola. Sia Giana Ermino che Arezzo, si trovano in piena zona play-off, con i toscani in quarta posizione ed i lombardi in settimana. Le due squadre però, arrivano da due momenti totalmente differenti: se infatti i padroni di casa arrivano da un’importantissima vittoria in quel di Piacenza, il “Cavallino Amaranto” è reduce da una rovinosa caduta in quel di Pontedera, che ha permesso al Livorno di superare proprio Moscardelli e co. E’ proprio da loro, che la piazza aretina si aspetta una partita di livello, per rilanciare l’Arezzo nella corsa all’Alessandria.

Lupa Roma (10) – Cremonese (33): passa da Roma, o meglio da Tivoli, la rincorsa al primo posto targata Cremonese. I lombardi infatti, dopo essere arrivati sino a meno uno dall’Alessandria, sono scivolati a tre lunghezze di distanza, complice il pari nel derby con il Como. La formazione di Tesser dunque, deve assolutamente ritrovare la vittoria, e ripartire vincendo sin dalla Lupa Roma, squadra che invece sta vivendo un momento a dir poco complicato. Tra i capitolini infatti, regna tanta confusione visti le innumerevoli vicende che hanno caratterizzato società e giocatori: ciò, potrebbe rappresentare una delle ragione del pessimo piazzamento della Lupa, che  per quanto dimostrato finora, potrebbe davvero retrocedere a fine stagione.

Olbia (18) – Racing Roma (8): ad Olbia va in scena il classico incontro da sei punti. Infatti, l’impianto sardo ospita il già decisivo incontro tra i locali e l’altra squadra romana del torneo, il Racing Roma, che come la Lupa, occupa i bassi fondi della classifica. Per i bianchi, la situazione è leggermene differente: la partenza sprint difatti, aveva addirittura garantito ai sardi una posizione in zona play-off, che però, complice qualche risultato negativo di troppo, è stata “abbandonata”. Per la squadra neopromossa adesso, la zona play-out, è distante solamente cinque punti, e una sconfitta con il Racing Roma, potrebbe rappresentare un pericoloso, pericolosissimo passo indietro.

Pro Piacenza (16) – Piacenza (22): al Garilli di Piacenza, è in programma il derby tra le due formazioni dell’omonima città emiliana. Le due squadre piacentine, si affrontano nella sfida che oltre a valere il primato cittadino, si giocano anche una buona fetta di stagione. Sì perché, il Piacenza Calcio viene da due sconfitte consecutive, che gli hanno fatto perdere il ritmo delle prime, complicando non poco la questione promozione; per la Pro, può valere lo stesso discorso ma in termini di zona – play-off, che continua ad essere una “terra” tanto lontana, tanto vicina.

Tuttocuoio (13) – Como (20): a Pontedera, i neroverdi di Ponte a Egola, ospitano il Como. Sfida quanto mai interessante, visto che mette di fronte due squadre che esprimono due dei migliori giochi del girone, nonostante le non-ottimali posizioni in classifica. Infatti, sia i pisani che i lombardi non stanno rispettando le iniziative di inizio torneo: il Como occupa la penultima posizione disponibile per partecipare ai play-off, piazzamento non consono ad una squadra appena retrocessa dalla serie cadetta, mentre il Tuttocuoio, naviga insieme ai cugini del Pontedera, tra la sedicesima e la diciassettesima piazza, laddove invece il rischio di retrocessione è davvero incombente.

Viterbese (20) – Carrarese (17): dopo ben tre sconfitte consecutive, per la Viterbese è arrivato il momento di ritrovare la vittoria. Compito di non facile realizzazione per i laziali, visto che l’avversario di giornata è l’ostica Carrarese, squadra dai due volti, capace di perdere in malo modo contro la squadra meno quotata, ma pronta anche a sfoderare la miglior prestazione dell’anno, magari contro la squadra più forte del torneo. I gialloblù viterbesi però, se non vogliono perdere la zona play-off, devono assolutamente tornare a vincere, che manca ormai dal 9 ottobre. Dall’altro lato, gli apuani vogliono confermarsi dopo buone prestazioni, e trovare finalmente quella continuità che è mancata per il definitivo salto di qualità.

Renate (22) – Siena (19): in Lombardia, va in scena la sfida tra la sorpresa di questo torneo e forse una delle delusioni. Se il Renate infatti non sembrava minimamente indicato per l’attuale quinta posizione, l’ambiente Siena si aspettava di lottare per le prime piazze, e non per una misera metà classifica. Per la Robur però, proprio la trasferta brianzola in caso di vittoria, potrebbe rappresentare la svolta di una stagione fino adesso deludente: discorso totalmente opposto per il Renate, il quale visto l’attuale forma e posizione, si aspetta di lottare per i tre punti per continuare a cullare il sogno promozione.

Livorno (25) – Pontedera (13): derby toscano che ritorna dopo numerosi anni d’assenza. Al Picchi di Livorno, i labronici ospitano un Pontedera che proprio nell’ultimo turno, vincendo contro l’Arezzo, si sono risollevati da una crisi che sembrava non avere un fine, ed adesso sembrano pronti ad andarsi a giocare la vittoria anche in casa di una delle squadre più in forma del periodo. La squadra di Foscarini infatti, è reduce da tre vittorie consecutive, che hanno permesso ai livornesi di risalire la classifica fino alla terza piazza: vincere contro il Pontedera, è quasi doveroso per aumentare ancora di più un’autostima che la squadra sembra aver pian piano ritrovato.

Lucchese (19) – Pistoiese (16): al Porta Elisa di Lucca, la Lucchese ospita la Pistoiese, in un incontro che oltre ad essere un derby fra due formazioni toscane, rappresenta anche un possibile punto di svolta per le due squadre in caso di vittoria. I rossoneri di Galderisi infatti, si trovano in decima piazza e vincendo potrebbe salire in classifica, mettendo così sempre più al sicuro un’eventuale persistenza in zona play-off; discorso opposto in quel di Pistoia, dove gli arancioni sono reduci da due vittorie consecutive, che hanno permesso una lenta ma importante risalita in classifica.

Prato (8) – Alessandria (36): l’ultimo incontro della giornata è un autentico testa-coda del campionato. La capolista Alessandria infatti, va a fare visita al fanalino di coda Prato, allo stadio Lungobisenzio. Incontro non così scontato come potrebbe essere sulla carta, visto che i lanieri, nonostante l’ultimo posto in classifica, hanno espugnato Olbia nell’ultimo turno, uno dei campi più difficile dell’intera Lega Pro. Di fronte però, c’è la capolista Alessandria, la quale dopo un periodo di rallentamento, è tornata alla vittoria in casa con la Carrarese, grazie ad un Pablo Gonzalez in forma straripante.