Lega Pro, gara per gara la diciottesima giornata

 di Federico Bimbi Twitter:   articolo letto 112 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Lega Pro, gara per gara la diciottesima giornata

Domenica densa di partite per il Girone A di Lega Pro. La diciottesima giornata, infatti, si giocherà quasi al completo nella giornata di domani, fatta eccezione per il posticipo del lunedì che vede protagonista proprio il Livorno in casa della Cremonese. Andiamo, nel dettaglio, ad analizzare tutte le gare che ci attendono in questo diciottesimo turno:

Siena (23) – Olbia (21). La vittoria di Viterbo di giovedì può rappresentare la svolta in positivo del campionato della Robur. E, molto, passerà dalla sfida casalinga di domani, contro un’Olbia che lontano dalla Sardegna si è fino ad adesso mostrata troppo fragile (5 punti su 21 totali).

Alessandria (43) – Lupa Roma (13). La scalata verso la B prosegue per i piemontesi di mister Braglia. Questa giornata, a tentare di bloccare la lanciatissima capolista ci sarà una Lupa Roma alla disperata caccia di punti salvezza. Il pareggio nel turno infrasettimanale con il Renate è già alle spalle e per Gonzalez e compagni l’occasione di allungare ulteriormente sulle squadre sotto è davvero ghiotta.

Carrarese (21) – Lucchese (27). L’unico derby della Toscana va in scena allo Stadio dei Marmi. Una Carrarese un po’ altalenante in campionato ospita una Lucchese che, invece, con la prestigiosa vittoria sulla Cremonese ha rilanciato le proprie ambizioni in zona playoff.

Como (27) – Renate (25). Derby lombardo ad alta quota quello tra Como e Renate. Le due squadre, infatti, sono lanciate e non hanno certo intenzione di calare l’attenzione. Chi vince, potrebbe davvero fare un salto in classifica e consolidarsi come quinta forza del campionato.

Giana Erminio (23) – Prato (8). La lotta per i play off si incrocia con la lotta per la salvezza nel match di Gorgonzola. La Giana, con otto punti nelle ultime cinque gare, intende sfruttare a pieno la sfida casalinga ad un Prato in pienissima crisi che rischia di staccarsi dalle altre all’ultimo posto.

Piacenza (26) – Pontedera (28). Una delle sfide più interessanti della giornata è quella del Garilli. Entrambe le squadre sono in ottima salute: il Piacenza è reduce da un pareggio che lascia rammarico per come è arrivato, ma comunque molto prestigioso al Picchi contro il Livorno; il Pontedera, invece, sta cercando di uscire dalle zone paludose della classifica e con 11 punti nelle ultime 5, certifica uno stato di forma davvero prosperoso che, difficilmente, tenterà di appagarsi.

Arezzo (32) – Viterbese (23). Battendo la Viterbese domani, l’Arezzo potrebbe porsi in una situazione molto interessante in vista del posticipo di lunedì dello Zini, con la possibilità o di accorciare sulla Cremonese, o di allungare sul Livorno. Ma i pontini daranno sicuramente del filo da torciere a Moscardelli e compagni. La voglia di uscire da un periodo così buio è alta e per l’Arezzo non sarà semplice.

Pistoiese (20) – Racing Roma (11). La gara inedita del Melani oppone una Pistoiese che con quattro punti nelle ultime due partite sta ingranando la sesta per salvarsi il prima possibile, ed un Racing Roma che col successo per 4 a 1 di domenica scorsa a Piacenza pareva aver finalmente spiccato il volo, prima però di perdere nuovamente in casa col Tuttocuoio mercoledì. Anche la panchina di Giannichedda potrebbe scricchiolare nel caso i capitolini uscissero con le ossa rotte da Pistoia.

Tuttocuoio (17) – Pro Piacenza (17). Il più classico degli spareggi salvezza andrà in scena a Pontedera, tra Tuttocuoio e Pro Piacenza. Diciassette punti per entrambi, coabitazione al quart’ultimo posto in classifica e, per tutte due le squadre, quattro punti negli ultimi cinque incontri. Un successo potrebbe portare una ventata d’aria salubre sia per i padroni di casa sia per gli ospiti, oltre a significare un passo importante per tre punti che varrebbero doppio.

Cremonese (36) – Livorno (30). Big match nel lunedì della Lega Pro. Il Livorno, dopo un inizio negativo, sembra aver trovato nelle ultime gare il passo giusto, sebbene, non di rado, mostra la scarsa capacità di fare un filotto di successi ed inciampa in pareggi che lasciano molto amaro in bocca. La squadra di Tesser, invece, sta tenendo un passo davvero da schiacciasassi e solo un’Alessandria stellare sta riuscendo a fare meglio. Saranno in palio tre punti importantissimi, se riuscisse la Cremonese a farli suoi significherebbe scalciare quasi definitivamente fuori il Livorno dalla corsa ai primi due posti, mentre solo vincendo gli amaranto potrebbero cominciare a vedere da più vicino il duo di testa. Il pari potrebbe favorire solo Alessandria e Arezzo.