Lega Pro, gara per gara la decima giornata

 di Federico Bimbi Twitter:   articolo letto 67 volte
© foto di Jacopo Duranti/tuttolegapro.com
Lega Pro, gara per gara la decima giornata

Livorno - La Lega Pro fa “doppia” cifra ed entra nel decimo turno di campionato. Il Girone A propone molte sfide interessanti sia in testa che in coda, in un turno che si articolerà stavolta in ben quattro differenti orari, spezzettati in due giorni. Domenica, infatti, andranno in scena cinque gare alle 14:30, due alle 16:30 ed altre due alle 18:30; lunedì, invece, alle 20:45, andrà in scena il derby toscano tra Livorno e Arezzo che concluderà la giornata. Andiamo, nello specifico, ad analizzare incontro per incontro il decimo turno:

Lucchese (10) – Prato (5). Il primo derby va in scena dopo l’ora di pranzo al Porta Elisa. Il Prato è alla disperata ricerca di punti per dare continuità alla prima vittoria di domenica scorsa e a Lucca cercherà di dimenticare in fretta la figuraccia settimanale in Coppa Italia Lega Pro. I rossoneri, dal canto loro, sono in bilico a metà classifica e, per questo, questo match potrebbe essere una svolta in un senso o nell’altro.

Lupa Roma (6) – Giana Erminio (12). Partita importante soprattutto per i padroni di casa che hanno un gran bisogno di fare punti per abbandonare il penultimo posto in classifica. Il tecnico Maurizi, subentrato a Di Michele, ha già ottenuto un punto a Pontedera e sogna così di dare continuità al risultato della scorsa giornata in questa partita casalinga contro una Giana Erminio in leggero calo dopo la partenza spumeggiante di inizio campionato. Ai lombardi il successo manca da quasi un mese e la difesa non sembra più poi così un bunker come nelle prime giornate.

Olbia (11) – Alessandria (25). Trasferta dalle mille insidie per la capolista Alessandria. In Sardegna, ad Olbia, i piemontesi troveranno una squadra che in casa non ha mai perso ed ha ottenuto 10 degli 11 punti totali, battendo, tra le altre, Livorno e Giana Erminio. Tuttavia, il rendimento lontano dall’Isola ha, per adesso, frenato le ambizioni di alta classifica e per questo i sardi non si trovano adesso in zona playoff. L’Alessandria, in questo campionato, ha il ruolo di schiacciassassi e sicuramente intende proseguire la fuga allungando ulteriormente sulle inseguitrici.

Pro Piacenza (6) – Viterbese (19). Dopo il pareggio raggiunto in extremis a Gorgonzola, la Viterbese affronta in trasferta una Pro Piacenza decisamente poco in forma, che ha ottenuto solo tre punti nelle ultime cinque gare, segnando solamente un gol. I laziali, tuttavia, saranno privi di Sforzini, Caliento e Cuffa, perciò mister Cornacchini dovrà rimescolare le carte in quella che, solo apparentemente, poteva sembrare una sfida accessibile. I padroni di casa, dal canto loro, sono reduci dal pesante ko di Prato che ha tremendamente complicato la loro posizione in classifica, costringendo i ragazzi di Pea ad invertire la rotta per evitare di rimanere inabissati nei bassifondi della graduatoria.

Renate (14) – Pontedera (7). Il Pontedera, dopo il pareggio casalingo contro la Lupa Roma di domenica scorsa, è tornato a far punti in campionato al termine di un periodo di crisi nera, ma la trasferta di Renate non sarà sicuramente un test agevole per la ancora convalescente squadra di Indiani. I lombardi, infatti, fino ad ora, hanno avuto in casa un ottimo rendimento e ci tengono a non abbandonare l’ottima posizione di classifica attuale.

Pistoiese (8) – Como (17). Dalla sconfitta di un mese fa con l’Alessandria, il Como di Gallo non ha conosciuto altro risultato che la vittoria, riprendendosi dopo un inizio balbettante e raggiungendo una buonissima posizione di classifica. Quello di Pistoia sarà un vero e proprio banco di prova per i lariani che cercheranno di non pensare alle notizie contrastanti sul fronte societario e tenteranno così di proseguire questa interessante marcia che li ha, per adesso, catapultati al quarto posto. Gli arancioni, invece, hanno pagato nelle ultime due giornate la poca concretezza sotto porta che li ha portati ad altrettante sconfitte. Per Remondina e per la classifica della Pistoiese, un’altra sconfitta potrebbe far male.

Tuttocuoio (10) – Cremonese (20). Una delle squadre più forti del Girone A, la Cremonese, sfida in trasferta una delle compagini meno in salute del momento, il Tuttocuoio, il quale, dopo una partenza che faceva ben sperare, ha avuto un calo vertiginoso di risultati che lo ha costretto ad uscire dalle prime posizioni. Il match contro la Cremonese, anche per questo motivo, sarà quasi proibitivo considerando anche la rincorsa che gli uomini di Tesser stanno portando avanti nei confronti della capolista Alessandria. Da capire se la squadra sarà o meno influenzata negativamente dall’uscita di scena dalla società dell’ormai ex presidente Rampulla, che ha causato un po’ di confusione nell’assetto dei lombardi.

Racing Roma (6) – Carrarese (8).  È un vero e proprio scontro salvezza quello che andrà in scena domenica a Roma. I capitolini del Racing affrontano la Carrarese con l’acqua alla gola desiderosi di vincere per respirare e non restare soffocati dal vortice del penultimo posto. Mister Danesi sa l’importanza di questo match per i suoi ragazzi e per questo è fiducioso visti gli ultimi confortanti risultati ottenuti dalla sua Carrarese.

Robur Siena (13) – Piacenza (16). Si prospetta essere una delle partite più vivaci e belle da vedere dell’intero girone quella tra Robur Siena e Piacenza. Entrambe le squadre sono reduci da positivi stati di forma e stazionano in zona play off con tutta l’intenzione di restarci fino a fine stagione. Il gol allo scadere nel derby di domenica scorsa di Gentile ha ridato entusiasmo all’ambiente senese e il Piacenza sarà un esame importante per capire le reali ambizioni dei bianconeri.

Livorno (14) – Arezzo (17). Nel posticipo del lunedì sera va in scena il secondo derby toscano della giornata, quello tra Livorno ed Arezzo. La squadra di Foscarini non vive sicuramente una fase esaltante che, di fatto, coincide con il momento storico generale della piazza, delusa da risultati inattesi considerati proclami societari prima dell’inizio del campionato. Quella del derby con l’Arezzo potrebbe essere una buona occasione per riavvicinare una tifoseria importante e calorosa come quella del Livorno, ma gli ospiti non hanno di certo intenzione di essere una vittima sacrificale di Luci e compagni. La posizione ed i punti in classifica mostrano l’equilibrio che c’è tra le due squadre, con gli ospiti che, tuttavia, hanno grande entusiasmo e vorranno ben figurare in un derby che manca in campionato dal 2002.

PROGRAMMA COMPLETO DECIMA GIORNATA:

Dom. 23/10 ore 14.30

Lucchese-Prato

Lupa Roma-Giana Erminio

Olbia-Alessandria

Pro Piacenza-Viterbese

Renate-Pontedera

Dom. 23/10 ore 16.30

Pistoiese-Como

Tuttocuoio-Cremonese

Dom. 23/10 ore 18.30

Racing Roma-Carrarese

Robur Siena-Piacenza

Lun. 24/10 ore 20.45

Livorno-Arezzo 

CLASSIFICA DOPO NOVE GIORNATE:

Alessandria 25, Cremonese 20, Viterbese 19, Arezzo 17, Como 17, Piacenza 16, Livorno 14, Renate 14, Siena 13, Giana Erminio 12, Olbia 11, Tuttocuoio 10, Lucchese 10, Pistoiese 8, Carrarese 8, Pontedera 7, Pro Piacenza 6, Racing Roma 6, Lupa Roma 6, Prato 5