Dama. Borghetti ancora sul tetto del mondo

 di Lorenzo Corradi  articolo letto 988 volte
Dama. Borghetti ancora sul tetto del mondo

Livorno - Ora è davvero ufficiale: Michele Borghetti si conferma campione del mondo di dama inglese. Il titolo è stato conquistato nel pomeriggio di oggi, quando la terza sfida tra il livornese e Lubabalo Kondlo si è conclusa in parità come le due precedenti della giornata, permettendo al campione di prendersi il terzo dei tre punticini che mancavano per potere arrivare a quota 40 punti ed esultare proprio come due anni fa contro Moiseyev. Una vittoria che sin dalle prime battute della serie non pareva essere in discussione, anche se Borghetti ammetteva che lo sfidante sudafricano gli stava dando del filo da torcere. Tuttavia il vantaggio del padrone di casa ha preso da subito un vantaggio consistente, se si pensa che nei primi otto incontri la metà erano terminati con suoi successi. Da lì in poi le cose sono procedute in maniera equilibrata, come dimostra l'alto numero di pareggi conseguiti dai due concorrenti, ma erano dei "pari e patta" che facevano il gioco del campione in carica, consentendogli di menare le danze senza troppo scossoni. Kondlo ha provato a crederci quando ha avuto il suo primo successo portandosi sul -6 (21-15), ma Borghetti ha reagito pressoché immediatamente, ripristinando in un paio di giorni il vecchio margine e portandosi infine sul +10. Un vantaggio ampio che sapeva di titolo mondiale, al quale mancava il crisma dell'ufficialità arrivato oggi. Troppo forte, per Kondlo, questo Borghetti. Il computo delle trentacinque partite disputate presso l'hotel "La Vedetta" di Montenero è il seguente: sei vittorie per Borghetti, un successo per Kondlo e ventotto pareggi, per un punteggio finale di 40-30.