Baseball, posticipato l'avvio del campionato

24.03.2020 00:08 di Carlo Grandi   Vedi letture
Baseball, posticipato l'avvio del campionato

Livorno - Deve ancora iniziare l'anno zero del baseball italiano, una stagione che dovrà servire a ripartire dopo la cocente esclusione dalle olimpiadi di Tokyo 2020.

Il movimento ha avuto un notevole scossone dall'evento, al di là dell'inevitabile cambio di guida tecnica in seno alla nazionale maggiore (con Mike Piazza chiamato a sostituire il dimissionario Gerali); i problemi economici di molte delle squadre partecipanti hanno portato ad una riforma dei campionati,  con una Serie A1 composta di sole 10 squadre e con tantissime rinunce e mancate iscrizioni anche nelle serie inferiori. 

In questo panorama nazionale il Livorno baseball asd 1948 è riuscito, grazie alla tenacia e alla voglia dei suoi dirigenti e giocatori, a superare i problemi riguardanti l'iscrizione e a trovare posto tra le squadre di Serie B, girone D. 

Nel girone con gli amaranto sono state inserite Grosseto, squadra di grande tradizione avendo vinto in passato scudetti e coppe dei campioni,e Padule Sesto Fiorentino, unici due derby toscani in un girone che annovera tre squadre laziali (Nettuno, Lupi Roma e Roma Brewers) e i sardi del Catalana Alghero. 

Un campionato strutturato con partite, doppie (gara-1 e gara-2 da disputarsi nello stesso campo nello stesso giorno) di andata e ritorno, con playoff e playout per le prime e le ultime classificate contro le squadre degli altri gironi. 

Obiettivo come di consueto per una squadra e una società che ogni anno fanno grandi sacrifici per mantenere viva la tradizione del baseball in città  (dove, è bene ricordarlo, si è svolta la prima partita di questo sport nel nostro paese nel lontano 1884) e la permanenza in categoria, magari soffrendo il meno possibile. 

Tutto questo sempre auspicandosi che i tornei possano iniziare in tempi utili per permettere il regolare svolgimento della stagione.